MVRIA 2013

Per arrivare là dove nessuno era mai giunto prima

Il pecorino, date le sue grandi capacità di maturazione nel tempo, viene considerato "un bianco vestito di rosso".

"Dalle parole siamo passati ai fatti: voglio scoprire ulteriormente le potenzialità di questo vitigno, cosa accadrà facendo fermentare l’uva Pecorino insieme alle proprie bucce per un lungo periodo? Nella vendemmia 2013 ho selezionato uve provenienti dai vigneti storici, sui quali venne condotta la prima sperimentazione del vitigno del Pecorino nel 1990, la stessa dalle quali nasce il Ciprea. Ho scelto di lavorare e vinificare queste uve “in riduzione”, ovvero in assenza di ossigeno, accentuando la tecnica già utilizzata nella produzione del Ciprea. L’uva è stata raccolta in cassetta nella prima settimana di settembre, rigorosamente a mano attraverso un’attenta selezione dei grappoli migliori. Essa è stata diraspata e posta a fermentare, senza utilizzo di lieviti selezionati, nella vasca di cemento, contenitore scelto appositamente perché riesce a preservare la stabilità del cosiddetto potenziale ossido riduttivo e per la sua caratteristica di impenetrabilità. 

Simone Capecci

MVRIA 2013

To boldly go where no one had gone before

Pecorino, given its great capacity of aging over time, is considered "a white man dressed in red". 

"From the words we have gone to the facts: I said, I want to further explore the potential of this vine, what will happen by fermenting the Pecorino grapes together with their skins for a long period? During the 2013 harvest, I selected grapes from historic vineyards, used to conduct the first trial of the grape variety Pecorino in 1990, the same from where the Ciprea is born. I chose to make the “in riduzione” vinification, so called because of the absence of oxygen, accentuating the technique used during the production of Ciprea. The grapes were harvested in cases in the first week of September, through an handmade careful selection of the best bunches. They were de-stemmed and left fermenting, without the use of selected yeasts, in concrete tank, container specifically chosen because it manages to preserve the stability of the so-called oxidation-reduction potential and for its characteristic of impenetrability.

 

La fermentazione è durata alcune settimane, durante le quali il vino è rimasto sigillato nella vasca senza alcun contatto esterno, ed al suo termine, nonostante ci si aspettasse un vino ossidato e aranciato, mi sono invece trovato di fronte un vino non ossidato. 

Mi sono quindi reso conto che la mia tecnica fino a quel momento aveva funzionato! Da qui ho pensato di spingermi oltre: ho lasciato le bucce in macerazione con il vino, sfidando ulteriormente la sorte, per vedere se il vino sarebbe rimasto integro fino alla fine del processo di macerazione e affinamento. Tutto questo ha avuto una lunghissima durata, ben 18 mesi. La vasca è stata aperta proprio alle porte della primavera, nei primi giorni dell’aprile 2015. Ci siamo trovati di fronte una sorpresa inaspettata: il cappello delle bucce, stratificato al centro della vasca, aveva separato la parte superiore limpida del prodotto dalla parte inferiore torbida. Al fine di non turbare l'equilibrio creatosi naturalmente e di non mischiare le due identità, le due parti sono state separate e, selezionando solo il vino fiore, imbottigliate singolarmente ed immediatamente senza alcun contatto con l’ossigeno al fine di preservare ulteriormente l’integrità del vino. Il tutto è testimoniato da un filmato fatto proprio quel giorno. È da qui che nasce il Mvria sopra le bucce ed il Mvria sotto le bucce."

The fermentation lasted a few weeks, during which the wine was sealed in the tank without any outside contact, and at its end, despite all expected an oxidized wine, I instead faced a non-oxidized wine.

 

I then realized that my technique had worked until then! From here I thought I'd go further: I left skins macerating with the wine, tempting fate, to see if the wine would remain intact until the end of the maceration and the aging process. All this has had a very long last, no less than 18 months. The tank was opened right at the door of the spring, on the 7th of March 2015. We faced an unexpected surprise: the cap of skins, stratified at the center of the tank, had separated the clear top of the product from the turbid part on the bottom. In order not to disturb the balance naturally arisen and not to mix the two identities, the parties were separated and bottled individually without any contact with oxygen in order to preserve the integrity of the wine. From here arises the Mvria above skins and Mvria under skins."

 

 

È solo all’apertura della bottiglia che questo vino inizia a respirare, venendo per la prima volta a contatto con l’ossigeno. All’assaggio si percepiscono il vino, i semi e la buccia, ovvero tutti gli elementi caratteristici dell’uva, perfettamente fusi insieme in un armonico equilibrio e complessità, la cui naturalezza  e integrità sono state preservate senza rendere necessario l’utilizzo di materiali quali il legno. In questo vino si sente il profumo dell’uva: è questa la peculiarità che rende il Mvria un prodotto unico. 

Data l’unicità e la particolarità del prodotto, si consiglia di assaggiare il Mvria a temperatura ambiente, come viene normalmente assaggiato un vino rosso. 

And it is only during the opening of the bottle that this wine starts breathing, coming into contact with oxygen for the first time. In that instant, scents and aromas, jealously guarded in the tank until then, are released into the air, intoxicating smell. During the tasting, you can perceive the seeds and peel, and all the characteristic elements of grapes, perfectly fused together in an harmonious balance and complexity, whose naturalness and integrity have been preserved without necessitating the use of materials such as the wood. In this wine you can feel the grape’s aroma: this is the feature that makes Mvria an unique product.