tutto inizia da qui, NEL CUORE DELLE MARCHE

 

Un perfetto connubio tra la straordinaria fertilità del terreno e condizioni atmosferiche ideali caratterizzate da un clima di tipo mediterraneo, dà origine a grandi vini che richiamano un territorio ricco di tradizioni e di storia. Il costante impegno di Simone Capecci è volto a mantenere intatte le peculiarità, i profumi, i colori e i sapori ereditati dalla propria terra, nella quale Simone prosegue tutt'oggi una continua valorizzazione dei vini della tradizione Picena, con una costante attenzione alla coltivazione biologica, alla ricerca e all’innovazione, al fine di migliorare e potenziare vitigni tradizionali e autoctoni quali il Pecorino, la Passerina, il Sangiovese e il Montepulciano.

 

La terra

 

La terra presenta un elevato contenuto di calcare e ph alcalini ed i suoli che sostengono i vitigni hanno profondità sempre superiore ad 80/100 cm, il che consente alle radici di avere un notevole volume di suolo esplorabile ed una AWC (available water capacity) elevata, sempre superiore a 150 mm, così da assicurare un determinato contenuto di umidità del terreno anche nei periodi di siccità estivi. Un sottosuolo povero di acqua, ma che trattiene l'umidità, assoluta peculiarità di questo territorio, consente all'azienda di non utilizzare impianti di irrigazione, nel pieno rispetto dell'autenticitá del prodotto finale. 

“Ho bisogno di conoscere la storia di un alimento. Devo sapere da dove viene. Devo immaginarmi le mani che hanno coltivato, lavorato e cotto ciò che mangio” Carlo Petrini

 

L'ARMILLA

 

I Piceni, popolo residente in zona, furono i primi a diffondere il mito e il culto della Dea Madre legato appunto al concetto di fertilità e produttività, simbolo di buon auspicio. La volontà di riprendere questo simbolo quale logo dell’azienda è un tributo alla fertilità del terreno, elemento primordiale dal quale si ottengono i prodotti più preziosi.      .

 

la vasca di cemento

 

Il cemento, difficilmente intaccabile e penetrabile, conserva e protegge il prodotto come fosse un imponente caveau. Le proprietà di questi contenitori favoriscono la stabilità del cosiddetto potenziale ossido riduttivo, permettono di mantenere costante la temperatura senza sbalzi termici durante il processo fermentativo ed evitando micro-circoli nella fase di affinamento.

 

il tempo

 

Un ritmo dettato dalla natura che segue il suo corso, un’armonia alla quale è compito dell’uomo e dell’azienda adattarsi, così come avveniva all’origine dell’umanità, in virtù di una perfetta sintonia da conservare e preservare gelosamente. Tutto, infondo, viene affidato alla benevolenza della Dea Madre, portatrice di fertilità e produttività, alla quale l’azienda ama ispirarsi.

 
 

Un inno alla natura, alla terra, alle tradizioni, alla passione, alla genuinità e al rispetto, è questa l’essenza fondamentale del pensiero di Simone Capecci ed il mantra al quale si ispira costantemente l’azienda, un promemoria che ci ricorda instancabilmente che per condurre una vita serena ed appagante è necessario che ognuno di noi trovi il proprio innato equilibrio naturale, nella vita così come in un buon calice di vino.